Milleproroghe, tutti i dubbi dei tecnici del Parlamento

0

ROMA (Public Policy) – Per quanto riguarda la norma del dl Milleproroghe che estende dal biennio 2022-2023 al triennio 2022-2024 il periodo entro cui il ministero dell’Economia e delle finanze potrà assumere 220 unità di personale da assegnare al Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, al Dipartimento del tesoro, al Dipartimento delle finanze e al Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi, “considerato che il personale da assumere è individuato in cifra fissa e non nei limiti di un contingente massimo, e tenuto conto che la spesa autorizzata dalla disposizione originaria includeva non solo le assunzioni ora prorogate ma anche altre misure onerose, andrebbe chiarito se l’autorizzazione di spesa inizialmente disposta risulti tuttora sufficiente per il complesso delle misure finanziate”.

Lo scrivono i tecnici del Servizio bilancio di Camera e Senato nel dossier sul dl Milleproroghe, di cui Public Policy ha preso visione.

RIMANDI E NORME DOPPIONE

In merito alla norma che proroga al 31 dicembre 2024 il termine entro cui procedere a specifici reclutamenti di personale nelle Forze di Polizia e nel Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, già autorizzati sia in via ordinaria, con riguardo alle cessazioni verificatesi negli anni 2019, 2020, 2021 e 2022, il dossier “evidenzia che talune delle disposizioni cui la norma fa rinvio, ai fini della prevista proroga, non appaiono caratterizzate da un’effettiva congruità rispetto alle finalità della stessa” e pertanto “dovrebbe essere valutata l’opportunità” di espungerli dal testo “anche al fine di escludere dubbi interpretativi per effetto del richiamo tra le norme oggetto di proroga a disposizioni che recano autorizzazioni di spesa o coperture finanziarie”.

“Si segnala, inoltre, che la disposizione in esame, con specifico riguardo alle proroghe di autorizzazioni assunzionali afferenti al Corpo della Guardia di finanza – aggiungono – sembra riprodurre la stessa proroga prevista dal comma 14 dell’articolo 1, con riferimento alle assunzioni del medesimo Corpo.

continua – in abbonamento

VIC