Dl Dignità in vigore dal 14 luglio: ecco le date da tenere d’occhio

0
calendario

ROMA (Public Policy) – Non ci sarà bisogno di nessun decreto attuativo per implementare le nuove norme di legge previste dal decreto 87/2018, il cosiddetto decreto Dignità in vigore dal 14 luglio.

Sono dunque immediatamente operative tutte le norme contenute nel decreto articolate in quattro macroaree principali: lotta al precariato, contrasto alle delocalizzazioni, lotta alla ludopatia, semplificazioni fiscali con interventi anche su spesometro e redditometro.

Tra gli adempimenti ex post compare un monitoraggio trimestrale, in capo all’Inps, delle maggiori spese e entrate relative alle nuove norme sui contratti di lavoro.

Queste, invece, le date da tenere presente alla luce delle novità normative presenti nel decreto:

1° settembre 2018: data in cui scatta aumento del Prelievo erariale unico al 19,25% sulla raccolta delle slot e al 6,25% sulle vlt (+0,25% in entrambi i casi)

30 settembre 2018: nuova scadenza per l’invio dei dati relativi al primo semestre 2018 per chi opta per spesometro semestrale

1° gennaio 2019: Estensione del divieto di pubblicità su giochi o scommesse anche alle sponsorizzazioni di eventi, attività, programmi e a tutte le forme di comunicazione di contenuto promozionale.

28 febbraio 2019: nuova scadenza per l’invio dei dati relativi al terzo trimestre del 2018 per spesometro trimestrale e per l’invio dei dati relativi al secondo semestre del 2018 per spesometro semestrale.

1° maggio 2019: data in cui scatta nuovo aumento del Prelievo erariale unico al 19,5% sulla raccolta delle slot e al 6,5% sulle vlt. (Public Policy) MDV