Droni, verso l’ok in Parlamento: spesa rimodulata e dual use

0
droni

ROMA (Public Policy) – Verso il via libera del Parlamento alla commessa a Piaggio del nuovo modello di drone P1hh con una rimodulazione di spesa e un uso duale. Questo, in sintesi, quanto emerso da un vertice che si è svolto martedì mattina al Mise, tra le organizzazioni sindacali, il commissario Piaggio Pietro Nicasto e, per il Governo, il vicecapo di Gabinetto Giorgio Sorial, il sottosegretario Davide Crippa, il colonnello Luigi Riggio in rappresentanza del ministero della Difesa.

In una nota la Fim Cisl, tra i sindacati presenti all’incontro, sostiene che la rimodulazione passerà dagli iniziali 766 milioni complessivi a 250 milioni. Sul punto fonti del Mise sentite da Public Policy preferiscono non sbilanciarsi, preferendo aspettare l’esito della votazione parlamentare.

“Il tavolo di oggi – ha dichiarato in una nota il vicecapo di gabinetto Giorgio Sorial – è stato convocato al fine di gestire l’ordine di grandezza delle sfide che la società Piaggio Aerospace deve affrontare per il rilancio delle sue attività. Nell’immediato la priorità è costituita dal reperimento delle risorse finanziarie necessarie alla copertura economica delle contingenze. Il Governo e il Mise hanno il massimo interesse nel rilanciare questa azienda che è diventata leader grazie al suo elevato livello di strategia e competenze tecniche”. Il Mise sottolinea come negli ultimi mesi sia stato anche svolto “un importante lavoro di reperimento delle risorse ma c’è ancora molto da fare, soprattutto per i lavori di ammodernamento della flotta istituzionale italiana. Le parti si stanno adoperando affinché, nel breve periodo – si legge – si possa ottenere la totalizzazione di gran parte del credito Iva maturato nel 2018”.

La vertenza Piaggio Aero è ripartita, solo oggi a distanza di 3 mesi dalla richiesta di amministrazione straordinaria e dopo la nomina del commissario il 3 dicembre scorso. Dall’incontro ci aspettavamo qualche indicazione più puntuale del Governo rispetto ai possibili scenari sul futuro dell’azienda e dei lavoratori”, commenta il segretario generale Fim Cisl Liguria Alessandro Vella spiegando come “il governo si è limitato a comunicare attraverso il sottosegretario Crippa che giovedì prossimo è prevista la commissione parlamentare congiunta alla difesa per decidere il provvedimento per il finanziamento su possibile completamento del progetto P1HH . Tutto ciò per arrivare a formulare una commessa in modalità Dual use“. Le commissioni Difesa di Camera e Senato sono infatti già convocate domani alle 13 per l’audizione di Crippa. L’atto del Governo è all’esame del Parlamento dalla scorsa legislatura.

“Giovedì sarò presso le commissioni riunite per un’audizione nel corso della quale porterò avanti la linea di sviluppo concordata durante i precedenti tavoli, dai quali è emerso che la conclusione del progetto HH, la sua sperimentazione e commercializzazione anche ai fini industriali, rimangono le scelte migliori – commenta Crippa in una nota – In un’ottica di ottimizzazione delle risorse, ciò consentirebbe di mettere in campo una progettualità molto più consistente e condivisibile da parte dell’Unione europea”.

Vella spiega anche come il ministero della Difesa abbia manifestato la volontà di acquisto del nuovo drone in una prospettiva di attività duale. “Per il P180 – ha aggiunto il sindacato – si potrebbero verificarsi degli ordini istituzionali ma a oggi ancora in fase di valutazione. Speriamo di non trovarci di fronte qualche altra sorpresa, visto il tempo e le promesse che sono passate invano. La commessa istituzionale è necessaria, senza ulteriori perdite di tempo – ha concluso Vella – serve  far ripartire subito i reparti fermi della Piaggio, ad oggi l’azienda ha garantito il pagamento degli stipendi fino a marzo, altrimenti saranno guai. C’è poi il problema dei lavoratori della Laerh a oggi in cassa integrazione, vitale per il completamento degli aerei”.

Per Paolo Ripamonti, senatore della Lega e vice presidente della commissione Industria al Senato si tratta di “un passo in avanti importante per la valorizzazione di un’azienda fondamentale per il territorio e per il Paese, a conferma della grande attenzione da parte del Governo e della maggioranza. Esprimo soddisfazione per i nuovi sviluppi relativi alla questione Piaggio Aero: con il percorso che sarà avviato in commissione e in Parlamento si darà finalmente vita a una visione strategia per Piaggio sul panorama nazionale”.

A breve chiederò un incontro con il commissario e con la Rsu: importante andare avanti di questo passo, per il rilancio dell’azienda, garantire continuità produttiva e generare fatturato e occupazione – prosegue il senatore della Lega – Confermo l’impegno e l’attenzione per la tutela dell’azienda e dei lavoratori, messa in campo anche in prima persona sul territorio, per Piaggio e per Laerh, e nelle sedi istituzionali con le audizioni in commissione, su questo fronte così come su altre questioni di rilevanza per il territorio ligure come Bombardier e come l’area di crisi industriale complessa, per la quale proseguono i lavori di commissione sull’affare assegnato”. (Public Policy) NAF