Il Governo sta lavorando a un decretone fiscale (51 articoli): i contenuti

0

ROMA (Public Policy) – Un decretone fiscale (51 articoli) con norme per il contrasto all’evasione fiscale, in materia di giochi e di tributi locali. Tra le novità l’agente sotto copertua per il contrasto al gioco illegale e la riapertura della cosiddetta rottamazione ter. Al momento nella bozza di provvedimento, che potrebbe arrivare in Cdm il prossimo lunedì e di cui Public Policy ha preso visione, molti articoli sono ancora da scrivere.

La prima parte della bozza di decreto, la più corposa, prevede “misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva ed alle frodi fiscali”. Al suo interno, per il momento, sono previsti ben 23 articoli riguardanti: accollo del debito d’imposta altrui e divieto di compensazione; cessazione partita Iva ed inibizione compensazione; contrasto alle frodi in materia di accisa; contrasto alle frodi nel settore della commercializzazione e distribuzione del carburante; contrasto frodi nel settore lubrificanti; frodi Iva auto provenienza Ue; avvio gestione in regime di deposito fiscale degli impianti strategici di stoccaggio di prodotti energetici per autotrazione mediante utilizzo di sistema informatizzato Infoil; avvio presentazione in forma esclusivamente telematica del Das nella filiera distributiva dei carburanti; trasmissione telematica dei dati di contabilità dei soggetti obbligati e dei distributori nel settore dell’energia elettrica e del gas naturale.

E ancora: disposizioni di efficientamento della riscossione; disposizioni in materia di contrasto alle indebite compensazioni (con norma Inps piattaforma); estensione dell’istituto della confisca per equivalente anche ai reati in materia di accise; estensione ai casi di condanna o patteggiamento per i delitti in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto della confisca cosiddetta per sproporzione; imposizione delle attribuzioni da trust esteri a beneficiari italiani non individuati; possibilità di utilizzo dei file XML delle fatture elettroniche per l’espletamento delle funzioni di polizia economico-finanziaria, di indagini penali, di attività finalizzate all’applicazione delle misure di prevenzione e all’analisi del rischio di evasione; esenzione tassazione premi lotteria degli scontrini; sanzione per commercianti infedeli; “Centro stella”; proroga al 2021 trasmissione FE sanitarie a SDI; obbligo trasmissione corrispettivi a TS; premio esercente pagamento elettronico; differimento precompilata a luglio 2020; Pos come strumento di memorizzazione ed inalterabilità dati.

La seconda parte del decreto prevede “disposizioni in materia di giochi”, con articoli su: proroga per l’indizione della gara concernente la concessione per le scommesse; proroga per l’indizione della gara concernente la concessione per il bingo; proroga del termine per l’entrata in funzione degli apparecchi per il gioco da remoto; registro unico degli operatori del gioco pubblico; blocco dei pagamenti a soggetti senza concessione; agente sotto copertura; violazioni fiscali e previdenziali; fondi di investimento; sanzioni per evasione imposta unica scommesse.

La terza parte del decreto prevede “ulteriori disposizioni fiscali” con articoli su: riapertura del termine di pagamento della prima rata della definizione agevolata; proroga termine ripresa riscossione – Etna; interventi in materia di adempimenti e versamenti tributari e contributivi relativi al sisma Centro Italia; proroga assegnazione ai comuni del 100% del gettito incassato per effetto delle segnalazioni qualificate; riscossione tributi locali; Imu/Tasi; notifica digitale atti di accertamento; riscossione sanzioni amministrative; deducibilità fiscale interessi passivi project financing; inesigibilità; abrogazione dell’articolo 6-ter decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138; allineamento disposizioni normative di affitti passivi. Infine l’ultima parte del decreto prevede “altre disposizioni” su:  Rfi-Istat; Pacchetto cashless; Rifinanziamento Fondo garanzia Pmi; Contratto programma FS; Debiti fuori bilancio Pa; rifinanziamento fusioni comuni; acquisto immobili in house.

RIAPERTURA ROTTAMAZIONE TER

Tra le norme principali (e già definite) la riapertura della cosiddetta rottamazione ter per spostare al 30 novembre la data per il primo versamento, per chi ha scelto di pagare a rate, o per il saldo, per chi ha scelto di pagare in una unica soluzione. Obiettivo della norma è allineare le scadenze e consentire ai ritardatari, che non hanno saldato la prima o unica rata alla scadenza del 31 luglio, di rientrare nel beneficio.

AGENTE SOTTO COPERTURA GIOCO ILLEGALE

Un altro articolo introduce, per il contrastro al gioco illegale ed in particolare quello minorile, la figura dell’agente sotto copertura, autorizzato a giocare fino 100mila euro l’anno. L’attività di controllo viene posta in capo all’Agenzia delle Dogane e dei monopoli ma le stesse operazioni potranno essere effettuate anche da Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia.

LOTTERIA SCONTRINI

Novità anche sulla cosiddetta lotteria degli scontrini, che dovrebbe partire dal prossimo anno. Un articolo inserito nella bozza prevede che i premi che si vinceranno non saranno soggetti a tassazione. Sempre per incentivare la lotteria vengono previste sanzioni –  tra i 500 e i 2mila euro – per i commercianti non comunicano al fisco i codici fiscali dei clienti che fanno acquisti.

TRIBUTI TERREMOTO CENTRO ITALIA

Previsto un rinvio al 31 dicembre 2019 (dall’attuale 15 ottobre) del termine entro il quale dovranno essere restituiti i tributi sospesi a seguito del sisma del centro Italia del 2016. Entro la fine di quest’anno chi ha scelto la rateizzazione dovrà quindi versare la prima rata ma la norma non vale per i titolari di reddito d’impresa e di reddito di lavoro autonomo, né per gli esercenti attività agricole. (Public Policy) NAF