Il decreto sulla sanità calabrese è in vigore: ecco i 5 attuativi previsti

0
Il decreto sulla sanità calabrese è in vigore: ecco i 5 attuativi previsti

ROMA (Public Policy) – È in vigore da venerdì scorso il decreto legge 35/2019 con cui il Governo commissaria in toto la sanità calabrese e affida poteri straordinari al commissario ad acta. Il testo contiene anche altre norme in materia sanitaria di livello nazionale, ma i 5 decreti attuativi previsti riguardano solo le disposizioni urgenti per il servizio sanitario della Regione Calabria.

Eccoli nel dettaglio:

COMMISSARIO STRAORDINARIO AL POSTO DI DG

Se il commissario ad acta valuterà negativamente ciascun direttore generale degli enti del servizio sanitario regionale, allora potrà, d’intesa con la Regione, nominare un commissario straordinario. In caso di mancata intesa, entro dieci giorni la nomina sarà effettuata con dm del ministro della Salute, su proposta del commissario ad acta, previa delibera del Consiglio dei ministri. Al Cdm sarà invitato a partecipare il presidente della Giunta regionale con preavviso di almeno tre giorni.

Si ricorda che il dl prevede che possa essere nominato un unico commissario straordinario per più enti del servizio sanitario regionale. Con dm Mef, adottato di concerto col ministro della Salute entro il 2 luglio. sarà definito il compenso aggiuntivo per l’incarico di commissario straordinario, non superiore a 50mila euro al lordo degli oneri riflessi a carico del bilancio del ministero della Salute.

COMMISSARIO STRAORDINARIO DI LIQUIDAZIONE

Con dm del ministro della Salute, da adottare di concerto con il Mef entro il 2 luglio, sarà definito il compenso del commissario straordinario di liquidazione. In caso di gravi e reiterate irregolarità nella gestione dei bilanci, infatti il commissario straordinario propone al commissario ad acta di disporre la gestione straordinaria dell’ente. Ad essa provvede un commissario straordinario di liquidazione dal commissario ad acta, d’intesa con la Ragioneria generale dello Stato.

PIANO TRIENNALE STRAORDINARIO

Sarà approvato con dpcm, di concerto con Mef, Mit, Mlps e ministero della Salute il Piano triennale straordinario di edilizia sanitaria e di adeguamento tecnologico della rete di emergenza, della rete ospedaliera e della rete territoriale della Regione Calabria. Il piano sarà predisposto dal commissario straordinario.

FONDI PER AMMODERNAMENTO TECNOLOGICO

Il dl autorizza la spesa di 82 milioni di euro per il 2019 per l’ammodernamento tecnologico per la regione Calabria. Con uno o più decreti dirigenziali del ministero della Salute sono ammessi a finanziamento gli interventi fino a concorrenza dell’importo previsto a carico dello Stato. Le risorse saranno trasferite dopo che la Regione trasferisce al Mef gli stati di avanzamento dei lavori.

CONVENZIONI

Il dl prevede inoltre la stipula di un’apposita convenzione tra ministero della Salute e la Guardia di finanza per stabilire le modalità operative della collaborazione tra il commissario ad acta, i commissari straordinari e i commissari straordinari di liquidazione e la Gdf.  (Public Policy) MDV