Il taglio ai contributi per l’editoria: 50% nel 2020, poi stop definitivo

0
taglio forbice spending

ROMA (Public Policy) – I contributi pubblici all’editoria saranno tagliati del 50% nel 2020 per essere eliminati completamente nel 2021. Lo apprende Public Policy da fonti di Governo.

La norma è stata inserita nella manovra approvata lunedì dal Cdm e – a quanto si apprende – garantisce ancora l’intero ammontare delle risorse per il 2019. Al contempo la norma riassegnerà le risorse risparmiate ad incentivi ai lettori, ad esempio su abbonamenti ai giornali.

continua –in abbonamento

NAF