Gli assegni di ricerca potranno durare sei anni

0
salute

ROMA (Public Policy) – Gli assegni di ricerca, compresi i rinnovi, potranno durate fino a 6 anni e non più 4. Lo prevede un emendamento Pd al dl Milleproroghe approvato a maggioranza dalle commissioni Affari costituzionali e Bilancio alla Camera.

Gli assegni di ricerca potranno essere assegnati (e rinnovati) dalle università, le istituzioni e gli enti pubblici di ricerca e sperimentazione, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea) e l’Agenzia spaziale italiana (Asi).

Gli assegni sono destinatati agli studiosi – si legge nella legge 240 del 2010 – in possesso di curriculum scientifico professionale idoneo allo svolgimento di attività di ricerca”. (Public Policy) SOR