Le novità su Genova, nel decreto Sblocca cantieri-Sisma

0
genova

ROMA (Public Policy) – Il commissario per la ricostruzione del ponte Morandi di Genova individuerà “con propria ordinanza i criteri e le modalità per la concessione di forme di ristoro di danni subiti dai cittadini residenti nelle zone interessate dalle attività di cantiere, nei limiti delle risorse disponibili sulla propria contabilità speciale non destinate a diversa finalità e comunque nel limite complessivo di 7 milioni di euro“. Lo prevede una nuova misura inserita nel decreto Sblocca cantieri-Sisma, pubblicato oggi in Gazzetta ufficiale (e da oggi in vigore).

In una versione precedente del testo, di cui Public Policy aveva preso visione, si dava solo la possibilità al commissario di definire e perimetrare ulteriori zone colpite da danni diretti e indiretti derivanti dal crollo del ponte.

continua – in abbonamento

NAF-FRA