Un’offerta irripetibile per i corrotti che si pentono entro 6 mesi

0
m5s

ROMA (Public Policy) – Non saranno puniti coloro che, anche avendo commesso reati di corruzione, si pentono e lo denunciano entro 6 mesi dalla commissione del fatto. Lo hanno deciso le commissioni Affari costituzionali e Giustizia alla Camera approvando un emendamento – a prima firma Gianfranco Di Sarno (M5s) – che modifica il ddl Anticorruzione-prescrizione.

Insomma, con la modifica arriva il cosiddetto ravvedimento operoso anche per chi commette reati contro la P.a., ma “lo denuncia volontariamente e fornisce indicazioni utili per assicurare la prova del reato e per individuare gli altri responsabili”.

continua – in abbonamento

SOR