Prime proposte di legge, prime richieste sui vitalizi (ma del Pd)

0
33

di Sonia Ricci

ROMA (Public Policy) – È uno dei primi obiettivi dichiarati dal Movimento 5 stelle, da realizzare nel corso della nuova legislatura: cancellare i vitalizi dei parlamentari in pensione. Non a caso, nella trattativa per l’elezione dei presidenti del nuovo Parlamento, il gruppo capeggiato da Luigi Di Maio ha puntato e ottenuto la presidenza di Montecitorio.

È qui, infatti, che si giocherà la partita più dura, in quanto il regolamento della Camera permette di intervenire sul tema anche in ufficio di presidenza, senza passare per la commissione Affari costituzionali con una legge ad hoc. Priorità ricordata proprio dal neo presidente Roberto Fico – eletto in quota 5 stelle – durante il suo primo discorso in aula.

Se è vero che i 5 stelle puntano a trattare il tema in udp, è altrettanto certo che, al momento, l’unico parlamentare a chiedere formalmente l’abolizione dei vecchi assegni e la revisione di tutto il sistema dei trattamenti pensionistici è del Partito democratico. L’unica proposta di legge ad hoc depositata alla Camera nel primo giorno della XVIII legislatura è infatti firmata da Roger De Menech.

continua – in abbonamento

@ricci_sonia