Il primo decreto del nuovo Governo sarà sul terremoto?

0
terremoto sisma

ROMA (Public Policy) – Uno dei primi decreti del nuovo, probabile, Esecutivo Conte potrebbe essere quello sul terremoto. Lo apprende Public Policy da fonti di Governo.

In queste settimane la commissaria di Governo per la ricostruzione nelle regioni del Centro Italia, Paola De Micheli, ha incontrato le varie forze politiche con l’obiettivo di mettere a punto un testo condiviso che trovasse un consenso più largo possibile. Un nuovo decreto si rende necessario perché molte delle norme varate sono in scadenza a brevissimo, come quella sulla busta paga pesante.

Nei giorni scorsi era ventilata la possibilità che il nuovo decreto potesse essere uno degli ultimi atti del Governo Gentiloni ma – a quanto si apprende – il dossier passerà nelle mani di Giuseppe Conte. Nel contratto di Governo Lega-M5s si legge infatti che “per quanto concerne le aree terremotate ci impegniamo a chiudere la fase dell’emergenza e passare alla fase della ricostruzione con l’obiettivo di creare anche le condizioni per un rilancio economico delle zone colpite“.

“Tra le necessità prepotentemente emerse negli ultimi mesi prioritaria è la semplificazione delle procedure, sia per le opere pubblicheche per la ricostruzione privata. Occorre poi – si legge nel contratto – la certezza nella disciplina generale contenuta nei decreti e nelle ordinanze. Per questo si coinvolgeranno i soggetti interessati nelle modifiche da apportare che dovranno essere definitive. Sarà garantito un maggiore coinvolgimento dei Comuni, mediante il conferimento di maggiori poteri ai sindaci”.

Al momento, tra le norme che dovrebbero entrare nel decreto risultano: la deroga della scadenza della busta pesante e l’ulteriore rateizzazione, la proroga del congelamento del pagamento delle utenze, la proroga dello stop dei mutui sino al 2020 e la riapertura dei termini per la presentazione delle domande per accedere ai benefici della Zona franca urbana. (Public Policy) 

@Naffete