Le 5 proposte del Governo per il dl Fisco: dalla polizia alla Cigs

0
scontrino fisco

ROMA (Public Policy) – Sono terminati per ieri sera – intorno alle 21 – i lavori sugli emendamenti al dl Fiscale in commissione Finanze alla Camera, che si rivede oggi al termine dei lavori in aula (il cui inizio è previsto per le 11). Come si attendeva, dal Governo sono arrivate cinque proposte di modifica, rispetto alle quali il termine per la presentazione di subemendamenti è stato fissato per questo pomeriggio alle 14.30.

Una delle proposte del Governo interviene per la riservatezza dei dati delle fatture elettroniche relative alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi destinate agli organismi di infomazione (servizi). In materia di giochi, altra proposta specifica che le finalità di ordine pubblico attribuite alle questure esulano dall’ambito di operatività della norma che prevede, in capo all’Agenzia delle dogane e dei monopoli, il potere di chiudere le sale scommesse quando il gestore sia debitore d’imposta (l’esecuzione della chiusura è dunque in capo solo alla Guardia di finanza).

Altra proposta, su cui era in dubbio l’ammissibilità ma su cui tutti i gruppi sono sensibili, riguarda gli straordinari delle Forze di polizia e dei Vigili del fuoco per le prestazioni effettuate prima del 2019: si permette una spesa di 180 milioni nel 2019, di cui 175 per la Polizia e 5 per i Vigili. Si interviene poi sull’Imu per l’Accademia dei Lincei e sulle risorse Cigs.

continua – in abbonamento

GIL