Resocónto – L’autocrate dauno

0

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – È vero, è vero. Mea culpa. Settimane in cui – pigro – vi racconto che no, non è tempo per resocónti, la situazione è grave, tragica, drammatica, e i nostri eletti sono in prima linea nella battaglia. Vanno sostenuti, sorretti se cadono, incitati se mollano, ma non vanno presi in giro. No, non è il momento.

E poi c’è Alberto Bagnai, senatore, economista, intellettuale (?, non so se voglia essere definito così, per carità) della Lega.

Sì, intellettuale della Lega, problemi?

Ecco, dicevo, arriva Bagnai e ti fa venir voglia di resocónto, ma immediata, come quando vedi una mucca e pensi al latte, oppure un maiale e pensi al guanciale, oppure uno juventino e pensi a una finale di Champions League persa.

Perché ha ragione Bagnai, “questo, oggettivamente, è uno dei momenti più cupi della storia della Repubblica e, forse, dell’intera storia italiana“. E al Governo c’è un partito, il Pd, sottolinea Bagnai in aula, son parole sue, io non c’entro nulla, cui la pandemia ha offerto “una preziosa opportunità per manifestare senza freni inibitori la sua genetica vocazione totalitaria”.

Ma il problema ancor più grave – per Bagnai, sempre per lui eh – è che “si è passati dalla dittatura del proletariato alla dittatura dello scienziato, alla scientocrazia”.

Ce n’è per tutti, ma soprattutto per il presidente del Consiglio: “Più che a Louis XVIII, le task force dell’autocrate dauno fanno pensare a Caligola, che per esternare tutto il suo viscerale disprezzo per istituzioni figlie di un’altra stagione volle fare console Incitatus, il suo cavallo di razza”.

L’autocrate dauno. Meraviglioso.

Infine, la stoccata: “Non so se, come alcuni dicono, il virus sia il risultato di un esperimento mal riuscito; lei”, dice Bagnai parlando di Conte, “certamente lo è e, con il massimo rispetto per il laboratorio da cui è sfuggito, mi preme dirle che, per l’igiene di quella democrazia che lei così apertamente disprezza, è necessario che lei rassegni le dimissioni”.

Come dici?

Ma qui la birretta andava aperta all’inizio, non ora.

Se la voglio lo stesso anche se Bagnai ha finito? Massì, dammi qua. (Public Policy)

@VillaTelesio