Resocónto – In quarantena (2)

0

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – Beh, e il Resocónto? Che hai fatto, hai messo in quarantena pure il cervello?

No, beh, sai, è che non si sono riuniti molto…e poi, ecco, non so, non mi va di fare troppa ironia…certo, un po’…

Un po’ cosa?

Un po’, ecco, non so come…esprimerlo, ma…..mi fanno un po’ schifo (ecco, l’ho detto) tutte le manifestazioni di ‘patriottismo’ di facciata, tricolori, stringiamoci a coorte, ‘ciao ciao’ dal balcone, eroi, angeli, #andràtuttobene, i video-aperitivi, le conferenze stampa sabato notte, le non conferenze stampa domenica notte, le dirette Facebook di qualcuno, le maratone di qualcun altro…

Ok, ok, fermati. Ho capito. Ma cosa c’entra con il Resocónto?

C’entra, c’entra. Ecco, ho paura che andando a spulciare nei resoconti di fine seduta (le poche sedute che fanno) o ascoltando in diretta le aule, ecco, io possa imbattermi in qualcosa di simile alla retorica di cui sopra…

Ma no, vedrai, è un momento molto particolare, i nostri eletti lo hanno capito e non perdono tempo in inutili – o ridicoli – esercizi di stile. Sono, come si dice, sul pezzo.

Dici?

Dico.

Ok, ci provo. Allora vado eh, ascolto l’aula della Camera, c’è l’informativa del ministro Speranza, porcamiseria roba seria, potevi dirmelo, ecco che interviene una deputata dei 5 stelle, tale Gilda Sportiello. Vai Gilda, ti ascolto.

“Oggi celebriamo medici e infermieri, e aggiungo operatori socio-sanitari, tecnici, addetti alle pulizie, come soldati al fronte e forse davvero quelle immagini dei volti massacrati dopo turni infiniti resteranno scolpiti nella nostra memoria come i volti dei ragazzi che hanno combattuto la battaglia sul Piave o come quelli dei volti dei partigiani della Resistenza, ma questa non è una guerra, questa…”.

Clic.

Birretta?

Birretta. (Public Policy)

@VillaTelesio