Riciclaggio e terrorismo, chi entra e chi esce dalla black list

0
def soldi

BRUXELLES (Policy Europe / Public Policy) – I nuovi Paesi nella lista Ue anti-riciclaggio e anti-terrorismo sono: Bahamas, Barbados, Botswana, Cambogia, Ghana, Giamaica, Mauritius, Mongolia, Myanmar, Nicaragua, Panama e Zimbabwe. Oltre a questi 12 Paesi, rimangono nella black list le seguenti giurisdizioni: Afghanistan, Iraq, Vanuatu, Pakistan, Siria, Yemen, Uganda, Trinidad e Tobago, Iran e Corea del Nord.

Paesi che sono stati eliminati rispetto alla precedente lista sono invece: Bosnia-Erzegovina, Etiopia, Guyana, Repubblica democratica popolare del Laos, Sri Lanka e Tunisia.

La lista – apprende Policy Europe da fonti Ue vicine al dossier – sarà pubblicata nuovamente entro la fine del 2020 sulla base della nuova metodologia presentata.

L’elenco, spiegano, “sarà ora sottoposto all’approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio entro un mese (con una possibile estensione di un alto mese). Considerando la crisi del coronavirus, la data di applicazione del regolamento odierno che elenca i Paesi terzi e pertanto l’applicazione di nuove misure di protezione si applica solo dal primo ottobre 2020″.

Il rinvio è stato deciso “per garantire a tutte le parti interessate il tempo di prepararsi adeguatamente”. Il rinvio non si applica però alla cancellazione dalla lista dei Paesi che ne facevano parte lo scorso anno, la quale “entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale”. (Policy Europe / Public Policy) TML