Il bonus vacanze nel decreto Rilancio: max 500 euro a famiglia

0
spiagge

ROMA (Public Policy) – Nell’ultima bozza di decreto Maggio, ribattezzato dal Governo dl Rilancio, di cui Public Policy ha preso visione, cambiano i parametri del “bonus vacanze” in Italia rispetto a quelli contenuti in una bozza anticipata da PP il 30 aprile scorso.

Il bonus, secondo la nuova bozza, verrà riconosciuto alle famiglie non in base al reddito del componente che lo richiede ma in base all’Isee, che non dovrà superare i 35mila euro. La bozza di norma, proposta dal Mibact per essere inserita nel dl Maggio, prevede che il bonus sia utilizzabile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 e possa essere di massimo 500 euro in favore di un solo componente per nucleo familiare. Alle coppie senza figli andrà un bonus di 300 euro, e ai single uno di 150 euro.

Il bonus, secondo la bozza di dl, sarà fruibile nella misura dell’90% come sconto anticipato dall’albergatore/operatore turistico e del 10% come detrazione in dichiarazione dei redditi. Lo sconto sarà poi rimborsato al fornitore dei servizi sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, con facoltà di cessione ai propri fornitori di beni e servizi ovvero ad altri soggetti privati, nonché a istituti di credito o intermediari finanziari.

tutte le misure sul tavolo del Governo – in abbonamento

VIC