Risorse a parchi e aree marine protette? “Abbiamo trovato i soldi”

0
aree marine ambiente

ROMA (Public Policy) – Un finanziamento strutturale, su base triennale, destinato ai parchi regionali e alle aree marine protette. È l’obiettivo di un emendamento al disegno di legge di riforma delle aree protette su cui il relatore, Enrico Borghi (Pd), è a lavoro.

“I soldi li abbiamo trovati – ha spiegato a Public Policy Borghi – ne stiamo ancora discutendo ma punto a ottenere 30 milioni ogni tre anni dai fondi Ets (le risorse derivanti dalla messa all’asta di quote di Co2; Ndr)”. La pdl è all’esame della commissione Ambiente della Camera e entro la fine di marzo dovrebbe arrivare in aula.

“Stiamo lavorando ad un emendamento per finalizzare una parte dei fondi Ets – ha aggiunto il relatore – alla mitigazione dei cambiamenti climatici dando ai parchi il compito di finalizzare la Strategia nazionale delle green community e la Strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici“.

La richiesta di risorse destinate in particolare ai parchi regionali era arrivata, nel corso delle audizioni, soprattutto da Legambiente.

continua –in abbonamento

NAF