Sblocca cantieri, viaggio tra gli attuativi: decisivo il regolamento Mit

0
infrastrutture cantieri

di Michele De Vitis

ROMA (Public Policy) – È in vigore dal 19 aprile il decreto legge Sblocca cantieri-Sisma (dl 32/2019). Come recita il titolo del provvedimento, il testo contiene disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici. Tra i 30 articoli spuntano circa 15 decreti e provvedimenti attuativi, in capo non solo al Governo.

REGOLAMENTO UNICO MIT

Entro il 19 ottobre è attesa l’adozione del regolamento unico che sostituirà le linee guida Anac e i decreti attuativi del codice appalti, il decreto legislativo 50/2016 entrato in vigore curiosamente tre anni esatti fa. Il regolamento sarà adottato su proposta del Mit, di concerto con il Mef e sentita la Conferenza Stato-Regioni.

IT-ALERT, SMS PROTEZIONE CIVILE

Il decreto introduce il servizio IT-alert, un sistema di allarme pubblico che trasmette, ai terminali presenti in una determinata area geografica, dei messaggi riguardanti gli scenari di rischio, l’organizzazione dei servizi di protezione civile del proprio territorio e le misure di autoprotezione.

Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto, con dpcm, di concerto con il Mise, sentiti l’Agcom e il Garante per la privacy, verranno individuate modalità e criteri di attivazione del servizio IT-alert e dei messaggi e le modalità di definizione dei contenuti.

COMMISSARI STRAORDINARI

Per gli interventi infrastrutturali ritenuti prioritari il presidente del Consiglio dei ministri, su proposta Mit e sentito il Mef, può nominare uno o più commissari straordinari. Con uno o più dpcm, su proposta Mit e di concerto con il Mef, vengono stabiliti termini, modalità, tempistiche, l’eventuale supporto tecnico, le attività connesse alla realizzazione dell’opera e il compenso per i commissari straordinari. Quest’ultimo è posto a carico dei quadri economici degli interventi da realizzare o completare.

INTERVENTI INFRASTRUTTURALI PER I PICCOLI COMUNI

Una volta convertito in legge il decreto, saranno conclusi i programmi infrastrutturali “6000 Campanili” e “Nuovi Progetti di Intervento”. Entro il prossimo 19 maggio sarà adottato un dm Mit, di concerto con il Mef, per definire le risorse ancora disponibili e non più dovute a tali programmi. Con tali risorse verrà finanziato un nuovo programma di interventi infrastrutturali per i comuni fino a 3500 abitanti. Lo stesso decreto che verrà adottato entro il 19 maggio definirà anche l’accesso a questi nuovi finanziamenti destinati a lavori di immediata cantierabilità per la manutenzione di strade, illuminazione pubblica, strutture pubbliche comunali.

COMMISSARIO RETE VIARIA SICILIA

Con dpcm, su proposta Mit e sentito il Mef, d’intesa con il presidente della Giunta regionale siciliana, sarà nominato il commissario straordinario incaricato di sovraintendere alla programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione degli interventi sulla rete viaria della Regione siciliana. Il dpcm sarà adottato entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto.

Con altro dpcm, su proposta Mit e di concerto con il Mef, verranno stabiliti termini, modalità, tempistiche, l’eventuale supporto tecnico, le attività connesse alla realizzazione dell’opera e il compenso per il commissario.

MISURE POST TERREMOTO MOLISE E CATANIA

Con dpcm, d’intesa con i presidenti delle Giunte regionali, saranno nominati fino a fine 2021 i commissari straordinari per la ricostruzione post terremoto nella provincia di Campobasso e nella Città metropolitana di Catania (30 comuni in tutto). Con lo stesso decreto saranno determinati i compensi dei commissari.

Quanto alle esenzioni Imu–Tasi per i fabbricati distrutti o inagibili, con decreto del Viminale, di concerto con il Mef, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto, saranno stabiliti, anche nella forma di anticipazione, i criteri e le modalità per il rimborso ai comuni interessati del minor gettito. Sul dm sarà sentita la Conferenza Stato-città.

Inoltre, sempre entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto, le autorità di regolazione competenti potranno adottare provvedimenti per le esenzioni dal pagamento di energia elettrica, gas, acqua e telefonia.

COMPLETAMENTO OPERE TERREMOTO 1980

Per garantire la realizzazione e il completamento delle opere della ricostruzione del terremoto del novembre 1980 e del febbraio 1981 in Campania, Puglia, Basilicata e Calabria, con dm Mit, di concerto con Mise e Mef, saranno individuate le amministrazioni che subentrano nella gestione commissariale e quelle a cui trasferire gli interventi completati. Il decreto indicherà anche modalità e tempi necessari per l’avvio o il completamento degli interventi e i centri di costo delle amministrazioni a cui trasferire le risorse già esistenti.

ESENZIONI IMPOSTE INSEGNE E TOSAP POST SISMA

Il dl modifica una norma prevista dall’ultima legge di Bilancio, riguardante le attività con sede legale od operativa nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpiti dal terremoto. Viene ora individuato nel biennio 2019-2020 il periodo in cui non sono dovute l’imposta comunale sulla pubblicità, il canone per l’autorizzazione all’installazione delle insegne, la tassa e il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche. Viene ora affidata a un dm -e non a un regolamento- del Mef, di concerto con il Mise, l’individuazione di criteri e modalità per il rimborso ai comuni interessati del minor gettito.

LINEE GUIDA MIT PER SEMPLIFICAZIONI IN AREE SISMICHE

Il decreto semplifica la disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche. Toccherà al Mit, d’intesa con la Conferenza unificata, definire le linee guida per l’individuazione, dal punto di vista strutturale, degli interventi e delle varianti di carattere non sostanziale per le quali non occorre la denuncia dei lavori.

COMITATO VIGILANZA LIONI- GROTTAMINARDA

Il completamento della Lioni-Grottaminarda sarà affidato alla Regione Campania chiudendo la gestione commissariale. Con dm Mit, di concerto con il Mise, sarà costituito un comitato di vigilanza per l’attuazione degli interventi di completamento di tale strada. Il dm sarà emanato entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto. (Public Policy)

@micdv