Vaccini Covid, lo Sputnik V farà parte del portfolio Ue?

0

BRUXELLES (Public Policy / Policy Europe) – “Non ci sono discussioni in corso per integrare il vaccino russo Sputnik V nel portfolio vaccini Ue, nonostante l’Ema abbia avviato la rolling review del vaccino. Stati membri e Commissione Ue possono comunque decidere insieme, in ogni momento, di integrare il portfolio Ue”.

Così un portavoce della Commissione Ue, giovedì durante la conferenza stampa quotidiana a Bruxelles.

“Non significa che se un vaccino è approvato dall’Ema ci sono obblighi perchè venga incluso nel portfolio Ue“, ha quindi precisato il portavoce.

LA ROLLING REVIEW EMA

Come detto, l’Ema ha iniziato giovedì la rolling review del vaccino sviluppato dal Centro nazionale russo di epidemiologia e microbiologia Gamaleya.

“La decisione del Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) di iniziare la rolling review si basa sui risultati di studi di laboratorio e di studi clinici negli adulti“, si legge in una nota dell’Ema. “Questi studi indicano che Sputnik V innesca la produzione di anticorpi e cellule immunitarie che prendono di mira il coronavirus Sars-Cov-2 e possono aiutare a proteggere contro il Covid-19”, spiega ancora l’Agenzia.

L’Ema valuterà la conformità di Sputnik V “ai consueti standard Ue di efficacia, sicurezza e qualità” e “la revisione continuerà fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per una domanda formale di autorizzazione alla commercializzazione”. (Public Policy / Policy Europe) ECH