Ma poi com’è finita con il decreto sulla web tax?

0
google

ROMA (Public Policy) – Il decreto attuativo della web tax, contenuta nella legge di Bilancio 2018, sarà molto probabilmente lasciato in eredità al nuovo Governo che si formerà eventualmente dopo le elezioni del 4 marzo. Questo quanto si apprende da fonti di Governo.

Il decreto del Mef in questione dovrà definire quali servizi sottoporre alla nuova web tax e dovrà essere adottato entro il 30 aprile di quest’anno, ma il Governo attualmente in carica ha deciso di aspettare prima che la Commissione europea definisca il quadro di riferimento, secondo cui poi riparametrare le norme italiane.

Le proposte di Bruxelles, viene spiegato, non arriveranno prima della fine di marzo e dovrebbero essere due: una legislativa di lungo termine e una – che potrebbe arrivare sotto forma di direttiva o di raccomandazione – per misure a breve termine.

Recepite dunque le indicazioni dall’Europa, inizierà la stesura del decreto attuativo della web tax italiana, che dunque, molto probabilmente, sarà affidata al nuovo Esecutivo che uscirà (forse) dalle urne.  (Public Policy) VIC