Alla scoperta della commissione speciale: dal Def alle carceri

0

ROMA (Public Policy) – Entro giovedì alle 12 i gruppi parlamentari al Senato dovranno comunicare i nomi dei membri della commissione speciale che si insedierà mercoledì della prossima settimana. La commissione conterrà 27 membri che rispetteranno proporzione dei gruppi presenti a Palazzo Madama. È quanto viene riferito al termine della conferenza dei capigruppo di mercoledì.

Il Governo – viene riferito – non ha ancora fatto sapere se e quando invierà il Def in Parlamento. In ogni caso la commissione dovrà esaminare i provvedimenti pendenti al Senato, tra cui molti decreto legislativi.

I gruppi – secondo quanto deciso durante la capigruppo – dovranno comunicare anche i nomi per la Giunta del Regolamento. La scadenza è stata fissata per la prossima settimana. In ogni caso, riferisce De Petris, la Giunta una volta istituita andrà integrata con i membri del gruppo Misto.

Durante la riunione di mercoledì si è parlato anche delle commissioni permanenti. Anche per queste i gruppi presenti a Palazzo Madama dovranno indicare i membri, ma solo in via informale, in quanto finché non si sarà delineata una maggioranza di Governo non si potrà procedere ufficialmente alla loro composizione.

ANCHE LE CARCERI

La commissione speciale che mercoledì prossimo si insedierà esaminerà anche la riforma delle Carceri. Lo ha riferito la senatrice di Leu e capogruppo del Misto, Loredana De Petris, al termine della riunione dei presidenti dei gruppi parlamentari.

Il dlgs – dopo il primo passaggio parlamentare e i ritocchi apportati dal Governo – attende di essere esaminato per la seconda volta dalle Camere.

19 DLGS

Pacchetti turistici, acquisto di droni, segreti commerciali e nuovo regolamento della privacy. Sono questi alcuni degli altri temi contenuti nei diciannove provvedimenti in stand by e che la nuova commissione speciale del Senato dovrà esaminare, a partire dalla prossima settimana.

A quanto si apprende, tra i provvedimenti che attendono il parere della commisione – oltre al Documento di economia e finanza e alle carceri – si aggiungono il decreto legislativo sui pacchetti turistici, quello che contiene il nuovo regolamento sulla privacy dei dati personali, l’uso dei codici di prenotazione (Pnr) per contrastare il terrorismo e la protezione delle informazioni riservate in materia di commercio.

E ancora: gli altri provvedimenti si occupano la riorganizzazione degli uffici del ministero dell’Interno, il Servizio civile universale, la riduzione delle emissioni inquinanti, la sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’Unione europea (dlgs Cybersecurity).

Nell’elenco dei provvedimenti c’è anche il dlgs sull’ingresso di cittadini di Paesi extra Ue per motivi di studio e tirocinio, la distribuzione assicurativa, i marittimi, la riproduzione animale e il programma pluriennale per l’acquisizione di aeromobili a pilotaggio remoto. (Public Policy) SOR