Arriva la card per aiutare i soggetti svantaggiati a comprare libri

0
libri lettura

ROMA (Public Policy) – Via libera dalla commissione Cultura della Camera all’emendamento del presidente Luigi Gallo (M5s), presentato alla pdl per la promozione della lettura, per sostituire la carta elettronica per le librerie, prevista dal testo base, con una card cultura, alimentata con 5 milioni annui dal 2020, destinata ai soggetti più svantaggiati per l’acquisto non solo di libri, ma anche degli altri prodotti e servizi culturali, dai musei ai teatri.

Nel dettaglio la carta, del valore di 100 euro, sarà destinata per l’acquisto di libri, prodotti e servizi culturali da parte di cittadini italiani e stranieri residenti nel territorio nazionale appartenenti a nuclei familiari economicamente svantaggiati. Un decreto del Mibac, di concerto con il Mef, definirà nel dettaglio i criteri per l’assegnazione e per l’utilizzo della carta. NAF

continua – in abbonamento