Mdp-Art.1, Sinistra italiana, Possibile: chi entra (e chi esce)

0
grasso leu

di Fabio Napoli

ROMA (Public Policy) – Quattordici alla Camera e quattro al Senato. Sono questi i numeri della pattuglia di parlamentari che Liberi e uguali (la lista composta da Mdp, Sinistra italiana e Possibile) è riuscita a portare a casa, con il suo 3,39% a Montecitorio e 3,28% a Palazzo Madama. Tutti nei collegi plurinominali.

Di questi quasi tutti sono parlamentari uscenti, a cominciare dai due presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini, rieletta a Montecitorio nel collegio Lombardia 1-03, e Pietro Grasso, rieletto a Palazzo Madama nel collegio Sicilia 01.

Il capogruppo di Mdp alla Camera Francesco Laforgia è stato rieletto al Senato nel collegio Lombardia 04. Il presidente uscente della commissione Attività produttive Guglielmo Epifani tornerà a Montecitorio dopo essere stato eletto nel collegio Sicilia 2-01. I segretari nazionali di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni, e Mdp, Roberto Speranza, torneranno alla Camera, eletti rispettivamente nei listini Piemonte 1-01 e Toscana 03. L’ex candidato premier Pier Luigi Bersani e l’ex candidato a sindaco di Roma Stefano Fassina torneranno alla Camera eletti nei listini Emilia Romagna 03 e Lazio 1-02. L’unico di  Possibile ad essere entrato è Luca Pastorino, eletto nel collegio Liguria 02.

Dunque poco spazio per le new entry. Gli eletti che non hanno mai avuto una esperienza parlamentare infatti sono quattro, tra cui Vasco Errani che però non ha certo una breve esperienza politica. Gli altri sono la ex presidente di Legambiente Rossella Muroni, eletta in Salento nel collegio Puglia 02; Giuseppina Occhionero, avvocato ed ex assessore al comune di Campomarino, eletta in Molise; Federico Conte, coordinatore locale di Mdp eletto nel collegio Campania 2-03.

Per quanto riguarda la provenienza partitica degli eletti la gran parte dei diciotto parlamentari eletti con Liberi e uguali arriva da Mdp (ben 9). Gli entranti dalle fila di Sinistra italiana sono invece 4 (Stefano Fassina, Erasmo Palazzotto, Nicola Fratoianni, Loredana De Petris). Pastorino, come detto, è l’unico rappresentante di Possibile. Discorso a parte bisogna fare per i presidenti uscenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso.

Boldrini, infatti, nel 2013 è entrata in Parlamento con Sel per poi confluire, a marzo 2017, nel gruppo Misto e avvicinarsi così a Campo progressita di Pisapia, almeno fino a quando l’ex sindaco di Milano non ha deciso di gettare la spugna ed uscire dall’agone politico. Grasso, nel 2013, è stato eletto nelle fila del Pd per uscirne a ottobre del 2017 e diventare leader di Liberi e uguali. Di difficile collocazione le entranti Muroni e Occhionero.

Grasso, nella conferenza stampa di ieri, ha detto di essere disponibile a parlare con tutti meno che con la destra. Dunque, ragionando su un ipotetico Governo M5s-Pd-Leu, sicuramente la pattuglia Mdp potrebbe essere la più propensa a valutare positivamente questa possibilità.

In primo luogo perché tutti sono stati ex Pd, dunque un Governo insieme ai loro ex compagni di partito potrebbe non essere una ipotesi peregrina; in secondo luogo Pier Luigi Bersani si è sempre detto favorevole a un dialogo con i 5 stelle.  Qualche paletto in più potrebbe essere messo dagli ex Sinistra italiana, più attenta ad una costruzione di una identità che punti a differenziarsi dagli avversari M5s, anche se la situazione – a poche ore dal voto – è tutt’altro che definita.

GLI ELETTI LEU

A Montecitorio, da Nord a Sud, secondo i dati del Viminale, sono stati eletti: Federico Fornaro (nel collegio Piemonte 2-01); Nicola Fratoianni (Piemonte 1-01); Laura Boldrini (Lombardia 1-03); Pier Luigi Bersani (Emilia Romagna 03); Luca Pastorino (Liguria 02); Roberto Speranza (Toscana 03); Stefano Fassina (Lazio 1-02); Giuseppina Occhionero (Molise 01); Michela Rostan (Campania 1-01); Federico Conte (Campania 2-03); Rossella Muroni (Puglia 02); Nico Stumpo (Calabria 02); Erasmo Palazzotto (Sicilia 1-01); Guglielmo Epifani (Sicilia 2-01).

Al Senato, da Nord a Sud: Francesco Laforgia (Lombardia 04); Vasco Errani (Emilia Romagna 01); Loredana De Petris (Lazio 01); Pietro Grasso (Sicilia 01). (Public Policy)

@Naffete