Concorrenza, il Mise ce la farà a varare gli ultimi decreti?

0
concorrenza

ROMA (Public Policy) – Dopo il risultato delle elezioni politiche, e nonostante la sconfitta del Governo attuale e del principale partito che ne sta dietro, il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ha deciso di chiedere agli uffici del Mise uno sforzo per varare, in questo lasso di tempo prima dell’insediamento del nuovo Governo, molti dm rimasti nel cassetto. Lo si apprende da fonti ministeriali.

Allo stesso tempo, rivelano le stesse fonti, ha aperto diversi tavoli di confronto, come ad esempio quello sull’automotive.

Tra i decreti che Calenda vorrebbe varare prima di lasciare il ministero di via Veneto, si apprende, diversi sono gli attuativi del ddl Concorrenza, da quello sulle pompe di benzina ai due sulle assicurazioni, ovvero sulle tabelle per le macro e micro lesioni da incidenti stradali. Questi ultimi due, si apprende, sono ancora però al vaglio reciproco di Mise e Salute e devono ancora essere ultimati.

Meno probabile, invece, che il ministero guidato da Calenda riesca a varare in tempo il decreto che dovrà guidare il passaggio dal mercato tutelato dell’energia e del gas a quello libero.  (Public Policy) VIC