Codice e Impresa sociale: il punto sui dlgs Terzo settore

0
terzo settore

ROMA (Public Policy) – La settimana scorsa le commissioni Affari sociali alla Camera e Affari costituzionali al Senato hanno concluso il ciclo di audizioni sul dlgs correttivo del Codice del terzo settore. Il termine per l’espressione del parere è il 21 luglio. Ma il Parlamento vorrebbe dare più tempo al Governo per l’approvazione definitiva dei provvedimento tanto che ha presentato un disegno di legge al Senato sul punto. Il ddl si compone di un solo articolo per portare da 12 mesi a 18 mesi il termine massimo entro cui il Governo può approvare i dlgs correttivi alla riforma del terzo settore. Sei mesi che potrebbero servire non poco al nuovo Esecutivo per mettere a punto i testi definitivi dei decreti correttivi.

Con questa proroga il termine ultimo per l’approvazione del dlgs correttivo al codice del terzo settore slitterebbe dal 3 agosto 2018 al 3 febbraio 2019. Questo provvedimento è all’esame del Parlamento in questi giorni e la scadenza per l’espressione del parere scade il 21 luglio. Per quanto riguarda invece il correttivo del dlgs sulla impresa sociale la scadenza slitterebbe dal prossimo 20 luglio al 20 gennaio del prossimo anno. Quest’ultimo provvedimento ha già ricevuto i pareri del Parlamento ma aspetta ancora l’ok definitivo da parte del Consiglio dei ministri. La proroga agirebbe inoltre anche su un eventuale futuro correttivo al dlgs sul servizio civile universale. Ammesso che il Parlamento riesca ad approvare in tempi record questo ddl la proroga difficilmente potrebbe valere per il correttivo sulla impresa sociale, visto che il termine ultimo per la sua approvazione è la prossima settimana. Diverso sarebbe se la proroga venisse inserita nel decreto Milleproroghe, su cui il Governo sta ragionando.

continua – in abbonamento

NAF