Primi passi in Parlamento per il dl Dignità: giovedì audizione Boeri

0
camera

ROMA (Public Policy) – Il decreto Dignità è stato incardinato nelle commissioni Finanze e Lavoro di Montecitorio. Lunedì pomeriggio si sono svolte le relazioni dei due relatori Giulio Centemero (Lega) e Davide Tripiedi (M5s).

La scadenza per presentare gli emendamenti è stata fissata per giovedì alle 20. “Mentre venerdì – spiega la presidente della commissione Finanze Carla Ruocco – dovrebbero iniziare le votazioni”. In ogni caso è quasi certo “che si voti nel fine settimana, sia sabato che domenica”.

In mattinata è arrivato il calendario delle audizioni: Tito Boeri, presidente dell’Inps, verrà audito giovedì alle 17.30; ma le audizioni cominceranno già martedì sera (alle 20.30) con i sindacati, Cgil, Cisl, Uil e Ugl, con Rete imprese Italia e Assolavoro. Mercoledì alle 8.30 sarà la volta di Confindustria.

Sui tempi d’aula, Ruocco ha poi aggiunto: “Per noi rimane l’approdo del 24 luglio, come deciso dalla capigruppo, e non pensiamo che ci sia bisogno di un rinvio. Lavoriamo per chiudere per poter portare il provvedimento in aula per quel giorno”, nonostante le opposizioni – tra cui Forza Italia, FdI e Leu – hanno chiesto più tempo per lavorare in commissione. “Abbiamo accolto – ha aggiunto la presidente M5s – le istanze delle opposizioni allungando i tempi per gli emendamenti, e fissando il termine nella serata di giovedì”. (Public Policy) SOR