Come cambia il comitato paralimpico dopo la riforma Pa

0
coni

di Elania Zito

ROMA (Public Policy) – Scorporo del comitato paralimpico dal Coni, per il quale sarà creata una vera e propria struttura ad hoc, con presidente, giunta, statuto e revisori dei conti.

Il comitato potrà commissariare le federazioni sportive e continuare una collaborazione con il Coni per la lotta al doping.

È uno dei decreti attuativi della riforma Madia della Pubblica amministrazione del 2015, che prevede lo scorporo del comitato paralimpico dal Coni, assegnato alle commissioni Cultura e Istruzione di Camera e Senato.

Il decreto legislativo norma sul riconoscimento delle peculiarità dello sport per persone affette da disabilità e la pratica sportiva da parte di persone normodotate. Il decreto è a costo zero.

continua –in abbonamento

@ElaniaZ