La proposta (in aula) sui reati contro il patrimonio culturale

0
beni culturali

ROMA (Public Policy) – Introdurre il titolo VIII-bis nel libro secondo del codice penale, “per dare coerenza al sistema sanzionatorio a tutela del patrimonio culturale e superare la divisione tra codice penale e codice dei beni culturali, prevedendo nuovi delitti a tutela del patrimonio culturale, innalzando le pene esistenti e prevedendo aggravanti per i reati comuni commessi contro beni culturali”.

Lo prevede una pdl a prima firma dell’ex Guardasigilli Andrea Orlando (Pd) approvata la scorsa settimana dalla commissione Giustizia alla Camera. La proposta riproduce il testo di una progetto legislativo già approvata da Montecitorio nella scorsa legislatura, in materia di reati contro il patrimonio culturale.

Con l’ok arrivato dalla II commissione di Montecitorio, dunque, è stato conferito alla relatrice, Valentina Palmisano (M5s), il mandato a riferire in senso favorevole all’Assemblea. Ieri è iniziata la discussione sulla linee generali sulla pdl.

continua –in abbonamento

IAC