Imprese&Lavoro, che succede in Parlamento (a partire da Alcoa)

0
44
alcoa operai lavoro

ROMA (Public Policy) – Non è stato ancora calendarizzato, in Parlamento, il dl Cig, approvato la scorsa settimana dal Cdm per prorogare gli ammortizzatori per Alcoa, ma si sa, comunque, che l’iter di conversione inizierà alla Camera.

Sempre a Montecitorio è stato approvato il parere al dlgs sulle pensioni Ue. La commissione ha chiesto di far acquisire il diritto alla prestazione pensionistica complementare al momento della maturazione dei requisiti di accesso alle prestazioni stabiliti nel regime obbligatorio di appartenenza, con almeno 3 anni di partecipazione alle stesse forme pensionistiche. La versione attuale del provvedimento prevede, invece, un limite di 5 anni. Il provvedimento è in calendario per mercoledì al Senato.

E si lavora anche al dlgs Impresa sociale. Sul provvedimento è slittata l’intesa in Conferenza unificata. Nella bozza di parere della Camera, si chiede di introdurre una norma transitoria che permetta alle imprese sociali già costituite e operanti all’entrata in vigore del dlgs sulla impresa sociale, sottoposte a direzione e coordinamento o controllate da formazioni e associazioni politiche, da associazioni professionali e di rappresentanza di categorie economiche e da associazioni di datori di lavoro, di continuare a svolgere la propria attività in relazione a quanto disposto dalle nuove norme sulla impresa sociale e dal codice del terzo settore. Su questa richiesta, però, sono stati espressi dubbi dal Movimento 5 stelle.

Tra le altre richieste della bozza di parere, anche la soppressione della deroga alla fissazione, nella misura di 1 a 8, del divario salariale massimo tra i lavoratori di una stessa impresa sociale, “tenuto conto che appare una norma di buon senso e che la relazione illustrativa al provvedimento non chiarisce la motivazione sottesa nella deroga”.

continua – in abbonamento

FRA