Decreto Alitalia, via libera dal Senato: nuovi obblighi per i commissari

0
alitalia

ROMA (Public Policy) – Il decreto Alitalia è stato approvato a Palazzo Madama da una larghissima maggioranza: 264 voti favorevoli e 14 astenuti. Il dl, che passa adesso a Montecitorio, proroga al 30 ottobre il termine ultimo per la cessione della ex compagnia di bandiera e al 15 dicembre la data entro cui dovrà essere restituito il prestito ponte di 900 milioni concesso dallo Stato.

L’aula ha confermato l’approvazione di un emendamento, già approvato in commissione speciale, che introduce nuovi obblighi di rendicontazione per i commissari straordinari di governo.

Nel dettaglio i commissari dovranno presentare una relazione: sui contratti aziendali in corso di fornitura su carburante, leasing, manutenzione ordinaria e straordinaria e sui contratti di servizi esternalizzati maggiormente rilevanti; sull’andamento dei crediti commerciali e delle altre attività finanziarie, dando conto di eventuali contenziosi; sulla consistenza della forza lavoro impiegata; sul raggiungimento degli obiettivi del programma di cessione del gruppo, con particolare riferimento al rimborso del prestito di 900 milioni concesso dallo Stato. Inoltre i commissari, nella prima relazione, dovranno dare conto anche dell’attività svolta nel periodo tra l’entrata in vigore del decreto e dell’entrata in vigore della legge di conversione.

LE PAROLE DEL RELATORE

“È sotto gli occhi di tutti – ha detto il relatore Mario Turco (M5s) ieri in aula – che nel caso in cui non dovessero intervenire soluzioni di carattere straordinario, come l’ingresso di nuovi investitori o la partecipazione statale nel capitale di Alitalia, sarà inevitabile assistere all’ennesimo fallimento della società, da cui deriverebbero gravi e incontrollabili problemi sociali, occupazionali ed economici”.

continua – in abbonamento

NAF