Legge sullo sport, ora sono attese 6 deleghe (e un dm Miur)

0
coni

ROMA (Public Policy) – Entrerà in vigore il 31 agosto la legge delega sullo sport, approvata dal Parlamento in soli cinque mesi. Un tema su cui il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti (Lega) sostiene di essere andato “d’amore e d’accordo” con il Movimento 5 stelle. Dei dieci articoli del ddl, collegato alla legge di Bilancio  2019, ben sei sono dedicati a deleghe al governo per l’adozione di diversi decreti legislativi entro il 31 agosto 2020. È atteso inoltre un dm Miur sui centri sportivi scolastici. Questi dunque i “compiti” del Governo per la piena attuazione della legge sullo sport.

RIORDINO CONI E DISCIPLINA DI SETTORE

Oggetto delle critiche del Comitato olimpico internazionale, l’articolo 1 della legge apre a nuove norme che definiscano gli ambiti di attività del Coni e delle federazioni sportive nazionali, in coerenza con le novità introdotte dalla legge di bilancio 2019 in materia di finanziamento. L’ultima manovra ha infatti affidato alla Sport e salute spa il compito di finanziare gli organismi sportivi.

Tra gli altri principi e criteri di delega, la piena autonomia gestionale, amministrativa e contabile delle federazioni rispetto al Coni, il potere di vigilanza del Coni sulle attività sportive di federazioni, discipline ed enti di promozione sportiva e sulla loro corrispondenza a deliberazioni e indirizzi del Cio e del Coni.

Saranno inoltre trattati i limiti al rinnovo dei mandati degli organi, la possibilità di limitare le scommesse, fino a vietarle, per il calcio dilettantistico, l’azionariato popolare per le società sportive professionistiche. Nuove norme sono attese infine per promuovere la partecipazione e la rappresentanza delle donne nello sport, garantendo la parità di genere nell’accesso alla pratica sportiva.

I decreti legislativi relativi a questo capitolo saranno adottati su proposta del presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il ministro dell’Economia e delle finanze, previa intesa in Conferenza Stato-Regioni.

continua – in abbonamento

MDV