Dl Agricoltura, dopo il Parlamento salgono a 11 i decreti attuativi

0
agricoltura pecore

ROMA (Public Policy) – È in vigore da ieri la legge di conversione del decreto Agricoltura, 44/2019. Dopo le modifiche approvate alla Camera, salgono a 11 i decreti attuativi, cinque in più rispetto ai sei iniziali previsti nel testo del decreto e tutti indispensabili per la piena operatività del decreto.

PIANO STRAORDINARIO RIGENERAZIONE OLIVICOLA PUGLIA

Entro fine luglio con dm Mipaaft, di concerto con il Ministro per il Sud e con il Mise, sarà adottato il Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia. Il piano, finanziato con 300 milioni di euro, sosterrà la rigenerazione dell’olivicoltura nelle zone infette, esclusa la parte soggetta alle restrizioni della zona di contenimento. Il dm, su cui sarà acquisito il parere della Conferenza Stato-Regioni, conterrà criteri e modalità per l’attuazione degli interventi del Piano.

CONTRATTI FILIERE AGROALIMENTARI

Una norma introdotta in commissione Agricoltura alla Camera è intervenuta sulla disciplina dei rapporti commerciali nell’ambito delle filiere agroalimentari. I contratti aventi ad oggetto la cessione di taluni prodotti agricoli stipulati obbligatoriamente in forma scritta, dovranno infatti avere una durata non inferiore a dodici mesi, ad eccezione dei contratti di carattere stagionale. Le modalità saranno stabilite con dm Mipaaft.

FONDO SETTORE SUINICOLO

Un milione di euro nel 2019 e 4 nel 2020: è questa la dotazione del fondo nazionale per la suinicoltura istituito in fase dI conversione. Le finalità del fondo sono molteplici, tra cui il rafforzamento dei rapporti di filiera, la trasparenza nella determinazione dei prezzi, la promozione dei prodotti e l’innovazione del settore. Criteri e modalità d’utilizzo delle risorse del fondo saranno definiti da un dm Mipaaft, di concerto con il Mef, previa intesa in Conferenza Stato Regioni. Il dm è atteso entro fine luglio.

FRANTOI PUGLIA

Servirà un dm Mise per stabilire criteri, procedure e modalità di concessione dei contributi da destinare ai frantoi oleari pugliesi danneggiati dalle gelate eccezionali di fine febbraio 2018. Il contributo è pari a 8 milioni di euro. Il decreto dovrà essere adottato entro fine luglio, di concerto con il Mipaaft e con il Mef.

SOSTEGNO IMPRESE OLIO PISANE

In Parlamento sono stati stanziati con un emendamento 2 milioni di euro per le imprese olivicole-olearie ubicate nei comuni della provincia di Pisa, Calci, Vicopisano e Buti, che hanno subìto danni causati dagli incendi nel settembre 2018. È atteso entro fine giugno il dm del Mipaaft, di concerto con il Mef, che disciplinerà le modalità per la concessione del contributo, l’istruttoria delle richieste e per la revoca e la decadenza.

DM PREVISTI

Vengono confermati i dm Mipaaft e Mef già contenuti nel decreto legge su latte ovino e caprino, sul monitoraggio della produzione e dell’acquisto di latte e derivati, sulla riscossione delle quote latte e sul contributo al settore dell’olio e degli agrumi. Il dettaglio è disponibile qui. (Public Policy) MDV