Dl Covid-over 50, i suggerimenti del Comitato per la legislazione

0

ROMA (Public Policy) – Chiarire se la multa di 100 euro per i non vaccinati over 50 possa esser applicata più di una volta e inserire direttamente al livello legislativo, e non amministrativo, l’individuazione dei servizi necessari che servono per assicurare il “soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona“. Sono questi alcuni suggerimenti sul decreto-legge n. 1 del 2022 (quello sull’obbligo vaccinale), in corso di conversione alla Camera dei deputati, contenuti nel parere approvato sull’atto da parte del Comitato per la legislazione a Montecitorio.

Secondo il Comitato, sotto il profilo della “specificità, dell’omogeneità e dei limiti di contenuto previsti dalla legislazione vigente”, il provvedimento, che è “composto da 6 articoli per un totale di 10 commi, appare riconducibile, anche sulla base del preambolo, alla ratio unitaria di aggiornare le misure di contenimento dell’epidemia in corso”. Ma i ‘suggerimenti’ al Governo, sopratutto sulle modalità di scrittura del testo, sono stati numerosi.

EVITARE SOVRAPPOSIZIONI

Tra le principali obiezioni solevvate si è partiti dall’esigenza di evitare sovrapposizioni, dato che il dl 1 del 2021, al momento dell’entrata in vigore (7 gennaio 2022) andava a modificare il testo di un altro decreto-legge ancora in corso di conversione, il dl 172 del 2012, il provvedimento sull’obbligo vaccinale per il personale della scuola e del comparto difesa, approvato in 1a lettura al Senato qualche giorno dopo (12 gennaio) e poi entrato definitivamenre in vigore il 20 gennaio scorso (momento a partire dal quale anche le modifiche parlamentari sono entrate in vigore).

continua – in abbonamento

IAC