Dl Maggio, tributi e contributi per le imprese slitteranno a settembre?

0

ROMA (Public Policy) – Far slittare da giugno a metà settembre il versamento dei tributi e contributi sospesi alle imprese e agli operatori nazionali di numerosi settori in crisi durante l’emergenza coronavirus. Questa una bozza di norma allo studio del Governo per il dl Maggio. Lo annuncia il sottosegretario all’Economia, Alessio Villarosa, a Public Policy.

La data al momento individuata per il versamento dei contributi e degli oneri tributari sospesi, senza sanzioni e interessi, è quella del 16 settembre 2020. Data da cui dunque riprenderebbe la relativa riscossione.

L’ipotesi allo studio, viene spiegato, prevede anche la possibilità di rateizzare il dovuto fino a un massimo di 4 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020.

Secondo la norma allo studio, dunque, si avrà tempo fino al 16 settembre per versare le rate sospese di: ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, imposta sul valore aggiunto e contributi previdenziali e assistenziali, nonché premi per l’assicurazione obbligatoria. (Public Policy) VIC