Dl Scuola, mancano i pareri. Fermo in commissione al Senato

0

ROMA (Public Policy) – Da diversi giorni il decreto Scuola, che contiene le misure per gli esami di Stato e i prossimi ingressi in ruolo dei docenti, è fermo in commissione Istruzione al Senato. A frenare l’iter dei lavori – a quanto si apprende – sono i pareri consultivi delle altre commissioni, in particolare della Bilancio, Giustizia e Affari costituzionali, e gli emendamenti della relatrice depositati a singhiozzo.

La 5a commissione sta procedendo, oltre all’esame del testo, al vaglio dei circa 390 emendamenti depositati dei gruppi. Per alcuni di questi sono state richieste le relazioni tecniche della Ragioneria dello Stato che richiedono alcuni giorni di tempo per essere messe a punto. Nel frattempo la relatrice ha depositato nuovi emendamenti, che si aggiungono ai primi presentati contestualmente al fascicolo delle proposte parlamentari, e che dovranno essere esaminati a loro volta dalla Bilancio. Visti i tempi lungi, in commissione Istruzione il voto delle modifiche non inizierà prima della prossima settimana.

I tempi stringono: il decreto scade il 7 giugno ed è ancora alla prima lettura; dovrà, infatti, essere esaminato anche dalla Camera dove probabilmente non subirà ulteriori modifiche. (Public Policy) SOR