Dl Ilva, l’emendamento sui 156 milioni di Fintecna

0

ROMA (Public Policy) – Il passaggio di risorse da Fintecna alla contabilità dell’amministratore straordinario di Ilva “è determinata in 156 milioni di euro, ha carattere definitivo, non è soggetta ad azione revocatoria e preclude ogni azione finalizzata al risarcimento del danno ambientale generatosi antecedentemente al 16 marzo 1995″. È quanto prevede un emendamento al dl Ilva presentato dai relatori del provvedimento, Salvatore Tomaselli (Pd) e Albert Laniece (Aut), nelle commissioni Industria e Ambiente al Senato.

La proposta di modifica interviene su una parte del testo che, al momento, si limita a indicare che “la liquidazione ha carattere transattivo e definitivo e non è soggetta ad azione revocatoria“. L’emendamento, come riscritto, solleva Fintecna, interamente partecipata dalla Cassa depositi e prestiti, da ogni responsabilità rispetto a un contenzioso nato con Iri al momento della cessione dell’impianto a fronte della messa a disposizione delle risorse. (Public Policy) FRA