Quota 100, dal Governo previsti tre provvedimenti attuativi

0
pensioni

ROMA (Public Policy) – Sono due decreti attuativi e un accordo quadro i provvedimenti a cui il Governo dovrà dar seguito secondo quanto stabilito dal cosiddetto decretone, o meglio la sua parte relativa alle pensioni.

Ecco cosa prevedono:

TFS

Il decreto consente l’anticipo del trattamento di fine servizio per i dipendenti pubblici mediante finanziamento bancario agevolato. Servirà un accordo quadro tra ministero del lavoro, Mef, ministero della Pubblica amministrazione e Abi entro sessanta giorni dalla conversione in legge del decreto. Sull’accordo sarà sentita l’Inps.

Per consentire l’anticipo del tfs viene istituito un fondo di garanzia per l’accesso ai finanziamenti. Sarà un dpcm, di concerto con Mef, Lavoro e ministero della Pa, a definire non solo criteri e modalità di funzionamento del fondo, ma anche le modalità di attuazione sul trattamento di fine servizio. Il dpcm sarà emanato entro sessanta giorni dalla data di conversione in legge del decreto, sentiti l’Inps, il Garante per la privacy e l’Antitrust.

FONDO SOLIDARIETÀ LAVORO SOMMINISTRAZIONE

Il dl apre alla possibilità per il fondo di solidarietà per il lavoro in somministrazione di versare all’Inps contributi per periodi non coperti da contribuzione obbligatoria o figurativa. Saranno fissate con dm del Ministro del Lavoro, sentito il Mef, le modalità di determinazione della contribuzione e di versamento di questo contributo. (Public Policy) MDV