Resocónto – Che dire

0

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – Ma che dire, mio caro lettore, se il giorno in cui muore Maradona, il primo a farsi vivo in Parlamento (o meglio: il primo a cui è toccato farsi vivo in Parlamento) è stato Ignazio La Russa, e con parole come “alla famiglia e ai tifosi che l’hanno amato vanno le mie condoglianze”, manco fosse morto a 103 anni un senatore qualsiasi della III legislatura.

E che dire – se non mah, e ancora mah – quando nello stesso momento in cui sgombrano a Roma l’ex Cinema Palazzo, occupato nel 2011 per impedire la nascita di un Bingo, Bingo che adesso potrà finalmente nascere in tutta la sua bruttezza, perché la proprietà privata è sacra, per carità, a noi tocca sentire Nicola Morra in aula che dice “devo chiedere scusa avendo pronunciato una frase sincopata“, mentre il leghista Pasquale Pepe lo accusa di aver offeso “tutte le donne quando ha parlato di ‘riverginare l’imene’ per tutto quello che è accaduto in passato sulla sanità lucana”, e mentre ancora, nello stesso dannato giorno, arriva un comunicato di Forza Italia (Forza Italia!) che implora i vertici Rai di intervenire “sul tutorial sessista andato in onda a Detto Fatto” (per chi se lo fosse perso, eccolo qui), perché – dice Forza Italia, cioè il partito di Silvio Berlusconi – “il servizio pubblico non può promuovere messaggi inaccettabili”.

Che dire, che dire. (Public Policy)

@VillaTelesio