Resocónto – I disagiati sociali

0
camera

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – Non è durata molto, l’informativa della ministra dell’Interno Lamorgese in aula al Senato sulle violenze di piazza post-dpcm. Giusto il tempo di distribuire qualche patente (estrema destra di qua, immancabili ultras, extracomunitari, centri sociali ‘negazionisti’ e voilà i disagiati sociali) e bon, lo Stato si stringe attorno alle sue forze dell’ordine etc etc. Non è durata molto, dicevo, e questo ha costretto il resocontista a passare a Montecitorio, ad ascoltare cosa si diceva da quelle parti, di cosa si parlava, chi parlava.

Si parlava della proposta di legge per il contrasto all’omotransfobia. A parlare era prevalentemente l’opposizione.

Alessandro Pagano, leghista di Caltanissetta (San Cataldo, per la precisione): “Per famiglia intendo non diritto o volontà da parte di due soggetti dello stesso sesso di poter convivere e di fare quello che si vuole – ognuno nella propria camera da letto faccia quello che ritiene opportuno e giusto, ringraziando Dio siamo ancora in un Paese di diritto – però da lì sostenere che c’è una famiglia, che ovviamente è composta da un uomo e una donna, non fosse altro per l’equilibrio psicofisico del bambino, è evidente che è un diritto che appartiene a qualcuno”.

Antonio Palmieri, milanese di Forza Italia: “Che cos’è la giornata dedicata all’omofobia, transfobia, eccetera, eccetera, nelle scuole, se non un elemento di pulizia del pensiero? Che cos’è l’articolo 7, la predisposizione di un piano triennale per intervenire – udite, udite – nei luoghi di lavoro, nei mezzi di comunicazione, nella scuola a ogni livello, se non un’azione per riprogrammare una pulizia del pensiero?”.

Luca Rodolfo Paolini, leghista di Senigallia: “Dire a una donna: ‘Brutta racchiona’, perché non è altrettanto infamante e foriero di discriminazione? O discriminarla per il suo aspetto fisico? Perché per l’orientamento sessuale sì, quattro anni di galera, e per la discriminazione, ad esempio in un posto di lavoro solo perché una donna non è particolarmente bella, non succede niente? Questo è il punto e ci avete messo anche i disabili!”. (Public Policy)

@VillaTelesio