Dai voucher Pmi ai microbirrifici: a giugno adottati 14 attuativi

0
palazzo chigi governo

ROMA (Public Policy) – Sono 14 i decreti attuativi adottati dal Governo dal 1° giugno al 3 luglio scorso. La metà di questi riguarda provvedimenti approvati mentre era già in carica il Governo Conte, 6 riguardano provvedimenti attinenti al Governo Gentiloni e uno al Governo Renzi. I dati emergono dal report pubblicato sul proprio sito dall’Ufficio per il programma di Governo presso la presidenza del Consiglio dei ministri.

Sei decreti attuativi rendono concrete altrettante misure dell’ultima legge di Bilancio. Con dm del 14 giugno il ministero della Difesa ha individuato gli immobili dello Stato in uso al ministero non più necessari e quindi includibili nel piano di cessione di immobili. Due dm del Mef affrontano il tema del bagarinaggio e dei microbirrifici. Il primo infatti ha fissato le regole tecniche attraverso cui i siti internet di rivendita e i box office autorizzati dell’evento assicurano la rimessa in vendita dei titoli di ingresso nominativi o il cambio di nominativo. Il secondo invece chiarisce le modalità semplificate di accertamento e contabilizzazione della birra prodotta negli impianti in questione e riduce del 40% l’accisa.

Novità anche dal Mise: arriva il dm sull’elenco di manager e società per consulenze alle micro e piccole imprese per sostegno ai processi di trasformazione tecnologica e digitale. Si tratta di un dm cruciale perché, secondo quanto previsto dalla manovra, il contributo alle imprese è subordinato alla sottoscrizione di un contratto di servizio di consulenza con soggetti iscritti nell’elenco. Il contributo è un credito di imposta biennale del 50% sulle spese sostenute fino a 40mila euro. Alle medie imprese, il credito è pari al 30% dei costi sostenuti fino a 25mila euro.

Varato sempre dal Mise anche il dm sui progetti per interventi per le industrie del settore aeronautico. La legge di Bilancio aveva stanziato 250mila euro all’anno a riguardo.

È stata infine definita con dm Lavoro l’organizzazione del Tavolo contro il caporalato istituito al ministero guidato da Luigi Di Maio. La misura era contenuta nel dl Fisco. (Public Policy) MDV