Dl Crescita, lavori in corso: 35 o 61 art? E le norme sull’energia?

0
loading

di Francesco Ciaraffo

ROMA (Public Policy) – Lavori ancora in corso sul dl Crescita. Il provvedimento è stato annunciato dal Governo nei giorni scorsi, ma non è ancora arrivato nemmeno al pre Cdm. Nelle intenzioni dell’Esecutivo, in particolare del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, c’è quello di presentare un provvedimento per cercare di accelerare in qualche modo la ripresa economica, evitando così una manovra correttiva.

Come risulta a Public Policy, il documento in più avanzato stato di lavorazione conta 35 articoli (rispetto ai 61 di una bozza precedente). Rientrano in quest’ultima versione del documento, presa in visione da PP, i capitoli relativi a misure fiscali per la crescita (nel quale rientrano la mini Ires, il superammortamento, taglio dell’Imu), misure per il rilancio degli investimenti privati (come minibond, nuova Sabatini, allargamento del Fondo di garanzia per le pmi) e tutela del made in Italy. Stralciate, rispetto a una precedente versioni, le norme sull’energia e altre misure per le imprese (in realtà norme varie, come obblighi di trasparenza delle erogazioni pubbliche, controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza degli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale ed europea, misure di sostegno al reddito e per la chiusura della strada SS 3 bis Tiberina E45).

Tra le ipotesi allo studio del Governo quella di scorporare il provvedimento, quindi le norme ‘cancellate’ potrebbero essere inserite in un altro strumento normativo.

continua – in abbonamento

@fraciaraffo