Il decreto Lockdown “subirà modifiche mirate”. Voti dal 15

0

ROMA (Public Policy) – Il decreto Lockdown “subirà poche modifiche mirate”. Lo riferisce a Public Policy ha relatrice in commissione Affari sociali alla Camera Marialucia Lorefice. “Il testo ha più che altro natura ordinamentale, spiega la deputata M5s, in quanto rappresenta la cornice normativa su cui si innestano i dpcm della presidenza del Consiglio e le ordinanze ministeriali”. I voti in commissione dovrebbero iniziare dopo Pasqua, ovvero mercoledì 15 aprile per concludersi velocemente, con il mandato alla relatrice fissato per il 16 aprile.

L’accordo tra i gruppi è quello di non presentare una mole gigantesca di emendamenti, ma sul numero definitivo si dovrà attendere le 13, ora in cui scade il termine per presentarli. Anche la relatrice depositerà alcune sue modifiche ma che riguardano per lo più il “dratfing” normativo.

Fonti parlamentari riferiscono, infine, che non dovrebbero arrivare ritocchi sulle sanzioni per chi viola le regole dell’emergenza, ora fissate a un minimo di 500 euro fino a un massimo di 3mila euro.  (Public Policy) SOR