Dl Urgenze, ultimissime: se Autostrade non paga, soldi dallo Stato

0
genova

ROMA (Public Policy) – Per assicurare il rapido avvio delle attività del commissario per la ricostruzione del ponte Morandi, in caso di mancato o ritardato versamento da parte di Autostrade, “a garanzia dell’immediata attivazione del meccanismo di anticipazione è autorizzata la spesa di a 30 milioni annui dall’anno 2018 all’anno 2029”. Lo prevede l’ultima bozza del dl Urgenze, riguardante anche Genova e la sicurezza delle infrastrutture, di cui Public Policy ha preso visione.

Le risorse vengono trovate dal Fondo infrastrutture. Il Fondo per la compensazione degli effetti finanziari non previsti a legislazione vigente viene inoltre incrementato di 50 milioni di euro annui dall’anno 2021 al 2023 e di 30 milioni di euro per l’anno 2024.

continua – in abbonamento

NAF