Dlgs Turismo, i dubbi dell’Antitrust sulle sanzioni

0
roma turismo

ROMA (Public Policy) – Il dlgs sui pacchetti turistici, varato dal Cdm e all’esame del Parlamento, “presenta alcune criticità sotto il profilo della tutela dei consumatori”. Lo rileva l’Antitrust in un parere pubblicato nel bollettino settimanale dell’Authority.

Nel dettaglio, l’Autorità spiega come l’articolo 51 septies della bozza di decreto “prevede uno specifico apparato sanzionatorio per la violazione di alcune delle nuove disposizioni, che, da un lato, solleva dubbi interpretativi e di tipo sistematico e, dall’altro, non garantisce l’applicazione di sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive, in violazione dell’articolo 25 della direttiva 2015/2302/Ue oggetto di recepimento”.  L’Antitrust sottolinea come l’articolo in questione sollevi “dubbi interpretativi” causati dalla sollevati dalla “coesistenza di un duplice regime sanzionatorio” con quello di cui all’articolo 27 del Codice del consumo.

Le (più gravi) sanzioni previste dal codice del consumo, in questo contesto – si legge nel parere – sembrerebbero trovare un’applicazione marginale solo laddove la condotta in esame sia qualificabile come pratica commerciale scorretta, a detrimento dell’efficacia e dell’effetto deterrente della sanzioni per la violazione delle disposizioni in materia di turismo“.

continua – in abbonamento

FRA