Le norme sulle concentrazioni di farmacie, nel dl Semplificazioni

0
farmacie

ROMA (Public Policy) – Freno alle concentrazioni di farmacie in mano allo stesso titolare o società.

Le commissioni Lavori pubblici e Affari costituzionali del Senato hanno infatti approvato un emendamento M5s al dl Semplificazioni con il quale si stabilisce un tetto massimo del 10% delle farmacie esistenti nel territorio della stessa regione che un farmacista, una società di persone, una società di capitali e una società cooperative a responsabilità limitata possono controllare, direttamente o indirettamente. Ad oggi il limite è fissato al 20%.

La norma si applica anche alle società di capitali e società cooperative a responsabilità limitata costituite prima dell’entrata in vigore del decreto. In questo caso le società che superano il limite di concentrazione hanno tempo 36 mesi per adeguarsi alla novità. In caso di mancato rispetto della norma, scatta una sanzione di 100mila euro per ogni esercizio di farmacia di cui la società sia titolare e che risulti eccedente rispetto al limite del 10%.

continua – in abbonamento

FRA