Resocónto – Bomber

0
jerry calà

di Gaetano Veninata

ROMA (Public Policy) – Vi prego di accogliere, nella famiglia resocontista, il senatore Mangialavori, Giuseppe Tommaso Vincenzo, di Vibo Valentia, partito Forza Italia, nella vita radiologo/senologo, che accusa in aula Di Maio Luigi, del Lavoro e dello Sviluppo economico ministro, di voler instillare “nell’opinione pubblica l’idea che il Sud e le altre aree depresse del nostro Paese vogliano e pretendano politiche assistenzialistiche e misure che permettano ai meni volenterosi di starsene comodamente a casa propria, ricevere un sussidio per non fare niente e mungere le mammelle di uno Stato che ormai – ahinoi – non ha più latte“. Benvenuto, senatore.

E bentornato a Ignazio La Russa, nel nuovo ruolo di presidente di turno del Senato, che al buon Mangialavori che voleva ancora illustrarci un dato “sul quale vale la pena riflettere” risponde “credo che non le rimanga il tempo per riflettere pubblicamente, lo faccia anche da solo“.

Esordio anche per il deputato Carlo Fatuzzo, leader dei pensionati e (già) idolo dei colleghi, che a fine seduta a Montecitorio ringrazia “tutti gli infermieri, tutte le infermiere, tutti i medici, tutte le assistenti e tutti gli assistenti che in tutta Italia, in tante case di riposo, svolgono il loro lavoro con abnegazione e con forza e vorrei ringraziare anche i familiari, che riescono a tenersi a casa i loro anziani così inabili. Penso che meritino un applauso non solo mio, ma anche da parte di tutti i colleghi, qui presenti”. E conclude: “Viva i pensionati. Pensionati, all’attacco!“.

Poi ci sarebbe quello di cui sopra, il Di Maio Luigi, doppio ministro, vicepremier, che legge un tweet di Jerry Calà contro il precedente Governo, e – ma già lo saprete su – lo condivide, aggiungendo: “Libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi”. (Public Policy)

@VillaTelesio