Sicurezza bis, confronto in maggioranza. Oggi la scadenza degli emendamenti

0
salvini

(foto – DANIELA SALA/Public Policy)

+++ La diretta Public Policy dal Parlamento: in abbonamento +++

ROMA (Public Policy) – Da una parte la Lega si prepara a presentare emendamenti per aumentare le multe fino al milione di euro per chi viola le norme del dl Sicurezza bis e rendere più semplici i sequestri delle navi che trasportano migranti. Dall’altra il Movimento 5 stelle si divide sul tema con emendamenti di singoli deputati pro Ong e altri, concordati dal gruppo, per accelerare la confisca delle imbarcazioni. Nelle ultime ore – a quanto si apprende – si sta tentando di trovare un compromesso all’interno della maggioranza prima della scadenza degli emendamenti al dl Salvini che saranno discussi nelle commissioni Affari costituzionali e Giustizia (il termine è fissato per oggi alle 15).

Dunque, Governo e maggioranza si stanno confrontando per poter presentare un pacchetto di emendamenti concordati, a cui si aggiungeranno più avanti proposte a firma dei due relatori Simona Bordonali e Roberto Turri (entrambi della Lega).

Nelle riunioni di ieri, viene riferito, sono stati discussi i nodi principali: confisca delle navi, sanzioni, rimpatri e divieto di accesso delle imbarcazioni ai porti italiani. In ogni caso, i vicepremier hanno già annunciato la presentazione di emendamenti a firma dei rispettivi gruppi: la Lega punta ad aumentare gli importi delle multe (già previste dal provvedimento) e rendere più semplici i sequestri per chi reitera le violazioni. I 5 stelle, invece, sembrerebbero concordare su una modifica per accelerare la confisca, per far sì che avvenga con la prima violazione e non alla reiterazione del fatto.

L’incognita più grande, però, sono gli emendamenti dei singoli deputati di maggioranza (in particolare M5s) che potrebbero mettere in difficoltà il Governo durante l’esame in commissione. Ad esempio, la proposta delle deputate 5 stelle Yana Ehm e Simona Suriano che, secondo fonti parlamentari, permetterebbe l’ingresso in Italia delle navi di ong impegnate nel salvataggio di migranti in acque Sar. Modifica su cui anche le opposizioni concordano. (Public Policy) SOR