Decreto Milleproroghe, attesi più di 50 provvedimenti attuativi

0

ROMA (Public Policy) – La legge di conversione del decreto Milleproroghe ha quasi raddoppiato il numero di articoli del dl. Una volta entrata in vigore, saranno più di 50 i provvedimenti attuativi attesi che coinvolgeranno non solo il Governo, ma anche autorità come l’Arera.

Il conteggio include anche decreti attuativi già previsti da altre disposizioni, di cui però ora si è prorogato il termine di adozione. È il caso, tra gli altri, del dm Mipaaf sul monitoraggio della produzione di latte vaccino, ovino e caprino, del dm Mise sul Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee o del dpcm per la nomina del commissario straordinario per le strade in Sicilia.

Il dl inoltre già prevedeva a monte alcuni attuativi, come ad esempio il dpcm per la nomina di commissario e vicecommissario del Gse, il dm di Funzione pubblica per le assunzioni a tempo indeterminato di Province e Città metropolitane (entrambi da adottare entro fine mese) e il dm Mit sulla gestione provvisoria da affidare ad Anas dopo la revoca delle concessioni. Entro fine aprile, poi, dovrà essere adottato un dpcm sull’attuazione della clausola del 34% per le Regioni del sud previsto dal dl Fisco.

Tra i nuovi attuativi si segnalano i provvedimenti di Arera e Mise sull’autoconsumo da fonti rinnovabili, un dm Viminale sulle nuove norme per i segretari comunali, un dm Mur sul riparto delle risorse tra le università per l’assunzione dei ricercatori e diversi dm Mef in materia di finanza locale. (Public Policy) MDV